Nuovi prodotti

Nuovi prodotti
Tutti i nuovi prodotti

Opere

Discover our favorites fashionable discoveries, a selection of cool items to integrate in your wardrobe. Compose a unique style with personality which matches your own.

Subcategories

  • Acquaforte
    <p><span style="color:#363a41;font-family:'Open Sans', Helvetica, Arial, sans-serif;font-size:12.8px;">La tecnica dell'acquaforte era nota fin dai tempi antichi e veniva impiegata per incidere decorazioni sulle armi. Alcuni dei primi ad utilizzarla per le stampe d'arte sono stati Albrecht Dürer in Germania e il Parmigianino in Italia[1]. È una tecnica calcografica molto diffusa e consiste nel corrodere una lastra di metallo (zinco di solito; rame per grandi tirature, come nel passato) con un acido, per ricavarne immagini da trasporre su un supporto (carta normalmente) per mezzo di colori. La lastra di spessore necessario, disponibile in commercio, viene ripulita e smussata ai bordi con carta smeriglio, poi sgrassata nella parte lucida con ovatta intrisa, per esempio, con bianco di Spagna (carbonato di calcio) sciolto in acqua.</span></p>
  • Acquarello
    <p><span style="color:#363a41;font-family:'Open Sans', Helvetica, Arial, sans-serif;font-size:12.8px;">L'acquerello o acquarello è una tecnica pittorica che prevede l'uso di pigmenti finemente macinati e mescolati con un legante, diluiti in acqua. L'acquarello è una tecnica popolare per la sua rapidità e per la facile trasportabilità dei materiali, che lo hanno reso la tecnica per eccellenza di chi dipinge viaggiando e all'aria aperta. Affine all'acquerello è la tecnica gouache o guazzo.</span></p>
  • Acrilico su tela
  • Affresco su tavola
  • Incisione
  • Litografia
    <p><span style="color:#363a41;font-family:'Open Sans', Helvetica, Arial, sans-serif;font-size:12.8px;">Il principio è estremamente semplice: un particolare tipo di pietra, opportunamente levigata e quindi disegnata con una matita grassa, ha la peculiarità di trattenere nelle parti non disegnate (dette contrografismi) un sottile velo d'acqua, che il segno grasso (detto grafismo) invece respinge. Passando l'inchiostro sulla pietra così trattata, esso è respinto dalle parti inumidite e trattenuto dalle parti grasse. Al torchio, perciò, il foglio di carta riceve solo l'inchiostro che si deposita sulle parti disegnate e non sulle altre.</span></p>
  • Mista su carta
  • Mista su faesite
  • Mista su tela
  • Olio su tavola
  • Olio su tela
    <p><span style="color:#363a41;font-family:'Open Sans', Helvetica, Arial, sans-serif;font-size:12.8px;">L'olio è un ottimo legante che indurisce nel tempo per contatto con l'ossigeno presente nell'aria formando una pellicola insolubile e resistente (polimerizzazione). La possibilità di creare finissime velature trasparenti e di lavorare il colore che si mantiene a lungo fresco, permette di ottenere effetti di luce e di profondità difficilmente raggiungibili con altre tecniche pittoriche. Consente inoltre di ampliare la gamma cromatica, ammorbidire le sfumature e potenziare il modellato[2]. Una volta asciutti, i colori impastati con l'olio garantiscono una lunga durata, soprattutto rispetto alla tempera, mantenendo pressoché inalterati i valori cromatici. Grazie a queste caratteristiche, la pittura a olio si è diffusa in tutta Europa, favorita anche dai commerci dei mercanti che trovavano più pratico trasportare i dipinti su tele arrotolate, molto più leggere e maneggevoli delle rigide tavole di legno.</span></p>
  • Olio su iuta
  • Pastello su carta
  • Serigrafia
    <p></p> <table class="grid-table js-grid-table table" id="category_grid_table" style="border-collapse:collapse;width:1236.8px;max-width:100%;margin-bottom:1.875rem;background-color:#ffffff;border-bottom:1px solid #bbcdd2;font-size:.8rem;color:#363a41;font-family:'Open Sans', Helvetica, Arial, sans-serif;"><tbody><tr id="tr_3_11_3" style="vertical-align:middle;"><td class="data-type" style="padding:.4rem;vertical-align:middle;border-top:1px solid #bbcdd2;">La serigrafia o stampa serigrafica è una tecnica di stampa di tipo permeografico che oggi utilizza come matrice un tessuto di poliestere, teso su un riquadro in legno o metallo o plastica definito "quadro serigrafico" o "telaio serigrafico". Il tessuto utilizzato è detto anche "tessuto per serigrafia" o "tessuto serigrafico". Il termine "serigrafia" deriva dal latino "sericum" ("seta") e dal greco "γράφειν" ("gràphein", "scrivere"). I primi tessuti che fungevano da supporto per serigrafia erano di seta.</td> </tr></tbody></table>
  • Scultura
    <p><span style="color:#363a41;font-family:'Open Sans', Helvetica, Arial, sans-serif;font-size:12.8px;">La scultura è l'arte di dare forma ad un oggetto partendo da un materiale grezzo o assemblando tra loro differenti materiali. Con il termine scultura si indica anche il prodotto finale, ovvero qualsiasi oggetto tridimensionale ottenuto come espressione di ispirazione artistica. Come molti altri termini riguardanti il mondo dell'arte anche il concetto di scultura si è evoluto nel tempo. È possibile modellare un oggetto per addizione o sottrazione, e questo dipende dal tipo di materiale usato: nel caso di legno o marmo, ad esempio, si sottrae, cioè si scolpisce intagliando, incidendo o asportando con uno strumento idoneo parte della materia; quando invece si utilizza argilla o un materiale simile, si opera per addizione, aggiungendo man mano materia a quella iniziale. Similmente quando si saldano parti inizialmente divise, come strutture metalliche unite con un processo di saldatura o materiali diversi uniti grazie a collanti.</span></p>

Ci sono 179 prodotti.

Visualizzati 1-12 su 179 articoli

Filtri attivi